DOCENTI E INSEGNAMENTI

- SCUOLA PRIMARIA -
TEAM DOCENTI

Il team docenti è formato da docenti prevalenti con formazione pedagogica per le attività dell’ambito linguistico, logico matematico, scienze, antropologico, e da docenti con competenze tecnico-didattiche per le attività di motoria, arte, musica, tecnologia e lingua straniera.

La docente prevalente è anche la tutor.

Il team docenti si riunisce ogni quindici giorni o settimanalmente per la programmazione e mensilmente per il collegio docenti.

La nostra scuola, che assegna all’insegnante prevalente un ruolo di centralità e di coordinamento all’interno del gruppo docente, in sintonia con le “Indicazioni nazionali”, ha delineato la figura e le funzioni del docente tutor, progettando la costituzione dell’èquipe pedagogica.

E’ compito specifico del tutor la concertazione di obiettivi formativi, contenuti e metodologie didattiche efficaci, la ricerca costante di raccordi finalizzati a un’impostazione educativa unitaria, che tenga conto dell’unicità del soggetto da educare.

In tale contesto i contenuti culturali sono intesi come strumenti di formazione della persona che avviano, oltre al processo di alfabetizzazione culturale, quello della sua crescita umana e sociale.

Al docente tutor compete il coordinamento di tutte le attività; pertanto la specificità della discipline non si tradurrà in una parcellizzazione del sapere, ma si inserirà in una prospettiva globale e unitaria, esplicitandosi sul piano operativo in percorsi didattici fortemente articolati, che valorizzeranno i saperi trasversali come la cultura dell’ambiente, quella antropologica e tecnologia.

L’azione di guida esplicitata dal tutor è particolarmente attenta a tutte le variabili implicate nel processo di apprendimento, quali le potenzialità e i ritmi di sviluppo dei singoli alunni, il loro bagaglio di esperienze, i bisogni, la qualità della loro vita affettiva e relazionale, la scala valoriale proposta dal contesto socio-familiare in cui essi sono inseriti.

E’ favorito un processo d’interazione fondato sul dialogo e la fiducia, così che possa svilupparsi nella classe un clima di serenità e di accoglienza che induca ciascun alunno a sentirsi protagonista attivo.

Il docente tutor ha cura di rafforzare il rapporto tra scuola e famiglia per una condivisione della responsabilità educativa; tale rapporto si basa su un’unità d’intenti e stili educativi, sulla disponibilità all’ascolto reciproco e allo scambio di opinioni, sul rispetto e la stima reciproca.



INSEGNAMENTI

Il bambino ha come riferimento due insegnanti, responsabili dei seguenti abiti disciplinari così raggruppati:

- Italiano, 7 ore
- Storia ed Educazione alla convivenza, 2 ore
- Inglese (con docente madrelingua), 5 ore
- Arte e immagine, 1 ora
- Matematica, 6 ore
- Scienze, 2 ore
- Geografia, 1 ora
- Tecnologia Informatica, 1 ora
- Corpo, movimento e spor,t 1 ora


Nell'arco della settimana, i bambini incontrano anche altri insegnanti, quelli di religione (2 ore), canto e musica (2 ore), media education (un modulo di 10-15 ore/anno) e teatro (un modulo di 10-15 ore/anno).

L'inglese con docente madrelingua, la media education, la musica e il teatro costituiscono le scelte pedagogiche caratterizzanti l'offerta formativa del Centro Scolastico Giovanni Paolo II.

Quale completamento e arricchimento di tutte le attività educative, sono promosse diverse uscite didattiche: visite a musei, mostre e biblioteche pubbliche, partecipazione a spettacoli teatrali, esperienze di contatto con la natura.

C'è una biblioteca di classe utile per la lettura, il prestito dei libri e la realizzazione di progetti ad essi collegati.

Alcuni momenti di festa scandiscono i tempi dell'anno scolastico, per esprimere la gioia di stare insieme.
ATTIVITÀ POMERIDIANEFORMAZIONI CLASSI PRIME
TEAM DOCENTI

Il team docenti è formato da docenti prevalenti con formazione pedagogica per le attività dell’ambito linguistico, logico matematico, scienze, antropologico, e da docenti con competenze tecnico-didattiche per le attività di motoria, arte, musica, tecnologia e lingua straniera.

La docente prevalente è anche la tutor.

Il team docenti si riunisce ogni quindici giorni o settimanalmente per la programmazione e mensilmente per il collegio docenti.

La nostra scuola, che assegna all’insegnante prevalente un ruolo di centralità e di coordinamento all’interno del gruppo docente, in sintonia con le “Indicazioni nazionali”, ha delineato la figura e le funzioni del docente tutor, progettando la costituzione dell’èquipe pedagogica.

E’ compito specifico del tutor la concertazione di obiettivi formativi, contenuti e metodologie didattiche efficaci, la ricerca costante di raccordi finalizzati a un’impostazione educativa unitaria, che tenga conto dell’unicità del soggetto da educare.

In tale contesto i contenuti culturali sono intesi come strumenti di formazione della persona che avviano, oltre al processo di alfabetizzazione culturale, quello della sua crescita umana e sociale.

Al docente tutor compete il coordinamento di tutte le attività; pertanto la specificità della discipline non si tradurrà in una parcellizzazione del sapere, ma si inserirà in una prospettiva globale e unitaria, esplicitandosi sul piano operativo in percorsi didattici fortemente articolati, che valorizzeranno i saperi trasversali come la cultura dell’ambiente, quella antropologica e tecnologia.

L’azione di guida esplicitata dal tutor è particolarmente attenta a tutte le variabili implicate nel processo di apprendimento, quali le potenzialità e i ritmi di sviluppo dei singoli alunni, il loro bagaglio di esperienze, i bisogni, la qualità della loro vita affettiva e relazionale, la scala valoriale proposta dal contesto socio-familiare in cui essi sono inseriti.

E’ favorito un processo d’interazione fondato sul dialogo e la fiducia, così che possa svilupparsi nella classe un clima di serenità e di accoglienza che induca ciascun alunno a sentirsi protagonista attivo.

Il docente tutor ha cura di rafforzare il rapporto tra scuola e famiglia per una condivisione della responsabilità educativa; tale rapporto si basa su un’unità d’intenti e stili educativi, sulla disponibilità all’ascolto reciproco e allo scambio di opinioni, sul rispetto e la stima reciproca.



INSEGNAMENTI

Il bambino ha come riferimento due insegnanti, responsabili dei seguenti abiti disciplinari così raggruppati:

- Italiano, 7 ore
- Storia ed Educazione alla convivenza, 2 ore
- Inglese (con docente madrelingua), 5 ore
- Arte e immagine, 1 ora
- Matematica, 6 ore
- Scienze, 2 ore
- Geografia, 1 ora
- Tecnologia Informatica, 1 ora
- Corpo, movimento e spor,t 1 ora


Nell'arco della settimana, i bambini incontrano anche altri insegnanti, quelli di religione (2 ore), canto e musica (2 ore), media education (un modulo di 10-15 ore/anno) e teatro (un modulo di 10-15 ore/anno).

L'inglese con docente madrelingua, la media education, la musica e il teatro costituiscono le scelte pedagogiche caratterizzanti l'offerta formativa del Centro Scolastico Giovanni Paolo II.

Quale completamento e arricchimento di tutte le attività educative, sono promosse diverse uscite didattiche: visite a musei, mostre e biblioteche pubbliche, partecipazione a spettacoli teatrali, esperienze di contatto con la natura.

C'è una biblioteca di classe utile per la lettura, il prestito dei libri e la realizzazione di progetti ad essi collegati.

Alcuni momenti di festa scandiscono i tempi dell'anno scolastico, per esprimere la gioia di stare insieme.
Via Piave 12, 20077 Melegnano (MI)    Tel. 02.9834057        Fax 02.98232128      P.IVA 06256810968      e-mail: info@fedtm.it
Via Piave 12, 20077 Melegnano (MI)    Tel. 02.9834057        Fax 02.98232128      P.IVA 06256810968      e-mail: info@fedtm.it