FORMAZIONI CLASSI PRIME

- SCUOLA PRIMARIA -
La formazione delle classi di prima della scuola primaria viene sempre effettuata a partire dalla metà del mese di giugno a cura dell’equipe psicopedagogia formata da:
insegnanti delle sezioni di cinque anni della scuola dell’infanzia
insegnanti assegnate alle future prime della scuola primaria
coordinatrice della scuola dell’infanzia
coordinatrice della scuola primaria
rettore – dirigente scolastico
Vengono tenuti in considerazione:
il giudizio espresso dagli insegnanti della nostra scuola dell’infanzia che hanno tracciato un profilo del bambino riferito alla maturazione della sfera affettiva e relazionale. Per i bambini che hanno frequentato altre scuole dell’infanzia viene esaminata la documentazione fornita dalla scuola di provenienza.
il parere della psicopedagogista e della logopedista della scuola, che svolge test cognitivi sia sui bambini della nostra scuola dell’infanzia sia sui bambini provenienti da altre scuole
l’equilibrio maschi-femmine all’interno della classe
la compatibilità tra i caratteri dei diversi componenti della classe a livello relazionale
il profilo umano dell’insegnante prevalente: il lavoro didattico si fonda su presupposti relazionali ottimali
Le preferenze espresse dalle famiglie in merito a insegnante o compagni di scuola sono accolte solo se funzionali e compatibili con la formazione di gruppi-classe equilibrati.
La composizione delle classi e gli inserimenti successivi sono di esclusiva competenza della direzione. Le preferenze espresse dalle famiglie in merito a insegnante o compagni di scuola sono accolte solo se compatibili con i criteri didattici ed educativi precedentemente espressi.

L’elenco dei componenti le singole classi verrà esposto nei primi giorni di settembre.

Accoglienza degli alunni della prima classe

Nel mese di aprile di ogni anno, gli alunni che frequenteranno la prima classe nell’anno scolastico successivo e che non provengono dalla scuola dell’infanzia del Centro Scolastico, sono invitati a trascorrere un’intera mattinata in Istituto.

Lo scopo è quello di mettere a proprio agio i bambini, presentando loro in anteprima gli Insegnanti, gli ambienti, le abitudini del Centro Scolastico, affinché il primo giorno di scuola sia vissuto con serenità, senza troppe ansie o paure.

La conoscenza dei bambini da parte dei responsabili della scuola è utile anche per la formazione delle classi.

Criteri di ammissione per i bambini anticipatari

Bambini provenienti dalla scuola dell’infanzia del Centro Scolastico Giovanni Paolo II

Per questi bambini si tiene in considerazione:
il giudizio espresso dall’educatrice che traccia un profilo del bambino riferito alla maturazione della sfera affettiva, relazionale e cognitiva del bambino;
il parere della psicopedagogista e della logopedista della scuola che effettua i test cognitivi e valuta la sfera affettiva del bambino;
le motivazioni della famiglia per l’ammissione anticipata del figlio alla scuola elementare.
Bambini non provenienti dalla scuola dell’infanzia del Centro Scolastico Giovanni Paolo II

Per questi bambini ci si basa:
sul parere della psicopedagogista e della logopedista del Centro Scolastico
sulle motivazioni della famiglia del bambino
sul profilo tracciato dalle insegnanti della scuola dell’infanzia di provenienza del bambino (nei casi in cui la famiglia consegni tale documento)
ATTIVITÀ POMERIDIANEDOCENTI E INSEGNAMENTI
La formazione delle classi di prima della scuola primaria viene sempre effettuata a partire dalla metà del mese di giugno a cura dell’equipe psicopedagogia formata da:
insegnanti delle sezioni di cinque anni della scuola dell’infanzia
insegnanti assegnate alle future prime della scuola primaria
coordinatrice della scuola dell’infanzia
coordinatrice della scuola primaria
rettore – dirigente scolastico
Vengono tenuti in considerazione:
il giudizio espresso dagli insegnanti della nostra scuola dell’infanzia che hanno tracciato un profilo del bambino riferito alla maturazione della sfera affettiva e relazionale. Per i bambini che hanno frequentato altre scuole dell’infanzia viene esaminata la documentazione fornita dalla scuola di provenienza.
il parere della psicopedagogista e della logopedista della scuola, che svolge test cognitivi sia sui bambini della nostra scuola dell’infanzia sia sui bambini provenienti da altre scuole
l’equilibrio maschi-femmine all’interno della classe
la compatibilità tra i caratteri dei diversi componenti della classe a livello relazionale
il profilo umano dell’insegnante prevalente: il lavoro didattico si fonda su presupposti relazionali ottimali
Le preferenze espresse dalle famiglie in merito a insegnante o compagni di scuola sono accolte solo se funzionali e compatibili con la formazione di gruppi-classe equilibrati.
La composizione delle classi e gli inserimenti successivi sono di esclusiva competenza della direzione. Le preferenze espresse dalle famiglie in merito a insegnante o compagni di scuola sono accolte solo se compatibili con i criteri didattici ed educativi precedentemente espressi.

L’elenco dei componenti le singole classi verrà esposto nei primi giorni di settembre.

Accoglienza degli alunni della prima classe

Nel mese di aprile di ogni anno, gli alunni che frequenteranno la prima classe nell’anno scolastico successivo e che non provengono dalla scuola dell’infanzia del Centro Scolastico, sono invitati a trascorrere un’intera mattinata in Istituto.

Lo scopo è quello di mettere a proprio agio i bambini, presentando loro in anteprima gli Insegnanti, gli ambienti, le abitudini del Centro Scolastico, affinché il primo giorno di scuola sia vissuto con serenità, senza troppe ansie o paure.

La conoscenza dei bambini da parte dei responsabili della scuola è utile anche per la formazione delle classi.

Criteri di ammissione per i bambini anticipatari

Bambini provenienti dalla scuola dell’infanzia del Centro Scolastico Giovanni Paolo II

Per questi bambini si tiene in considerazione:
il giudizio espresso dall’educatrice che traccia un profilo del bambino riferito alla maturazione della sfera affettiva, relazionale e cognitiva del bambino;
il parere della psicopedagogista e della logopedista della scuola che effettua i test cognitivi e valuta la sfera affettiva del bambino;
le motivazioni della famiglia per l’ammissione anticipata del figlio alla scuola elementare.
Bambini non provenienti dalla scuola dell’infanzia del Centro Scolastico Giovanni Paolo II

Per questi bambini ci si basa:
sul parere della psicopedagogista e della logopedista del Centro Scolastico
sulle motivazioni della famiglia del bambino
sul profilo tracciato dalle insegnanti della scuola dell’infanzia di provenienza del bambino (nei casi in cui la famiglia consegni tale documento)
Via Piave 12, 20077 Melegnano (MI)    Tel. 02.9834057        Fax 02.98232128      P.IVA 06256810968      e-mail: info@fedtm.it
Via Piave 12, 20077 Melegnano (MI)    Tel. 02.9834057        Fax 02.98232128      P.IVA 06256810968      e-mail: info@fedtm.it